domenica 29 marzo 2015

Fidel, La Storia Non Raccontata (documentario streaming ESP sub ITA)


Un documentario di Estela Bravo. USA, 2001.

La storia non raccontata ci offre la possibilità di conoscere Fidel Castro attraverso interviste esclusive con lui stesso, storici, figure politiche e amici, così come attraverso gli archivi della rivoluzione. Un viaggio attraverso la storia personale e pubblica, con foto ed immagini inedite.


giovedì 26 marzo 2015

Stalingrad (film streaming)


Un film di Fedor Bondarchuk. Con Thomas Kretschmann, Yanina Studilina, Philippe Reinhardt, Heiner Lauterbach, Pyotr Fyodorov. Russia, 2013.

1942. L'esercito sovietico pianifica un attacco contro le forze naziste che occupano metà della città di Stalingrado sul lato del Volga. Solo pochi soldati riescono però ad attraversare il fiume e trovano rifugio in una casa sulla riva, abitata da una ragazza che non è scappata all'arrivo dei tedeschi. Mentre in questo luogo improbabile fiorisce una storia d'amore, gli eroi di Stanlingrado dovranno prepararsi ad affrontare una sanguinosa battaglia che cambierà le sorti della guerra a favore degli Alleati.



mercoledì 25 marzo 2015

Il Venditore Di Medicine (film streaming)


Un film di Antonio Morabito. Con Claudio Santamaria, Isabella Ferrari, Evita Ciri, Marco Travaglio, Roberto De Francesco.  Italia, 2013.

Informatore medico per un'importante azienda farmaceutica, Bruno, da anni, coltiva un gruppo di medici che, in cambio di viaggi, regali o soldi, sono disposti a prescrivere i suoi farmaci ai propri pazienti. In un difficile momento di tagli al personale, spinto da una capo area, cerca di allargare il proprio giro anche ad un celebre oncologo che sembra inizialmente restio. Intanto i suoi nervi sembrano cedere e le insistenze della moglie per avere un figlio hanno bisogno di una soluzione. Pur di tenersi stretto il lavoro, in un momento di grande instabilità sociale, si dimostrerà capace di tutto. 

"La conosci la teoria della doppia impossibilità? 
No, dimmi.
Il topo in gabbia se mangia muore perché nel formaggio c'è la corrente. E se non mangia, muore di fame. Alla fine sai cosa fanno i topi? Si mangiano tra loro e impazziscono.

Questo è quanto dice un collega del protagonista Bruno, (Claudio Santamaria) informatore anche lui alla casa farmaceutica Zofer che, ahimè, fa riflettere sul mondo iconoclasta di potere, denaro, medicina, vita e morte. 

Specchio di un’Italietta corrotta e fragile, dove accanto a pazienti immaginari, prescrizioni a morti, stanno regalie: DVD porno, cash, i-pod, auto di lusso o viaggi per congressi fantasmi in spiagge tropicali, offerte a medici, anche della mutua. Si perché, il medico di fiducia, è una realtà vicina e più oscura di quanto si pensi. 

Nel film si cerca di corrompere chiunque, pur di portare a casa un budget o promuovere una nuova molecola, magari letale. A scapito di vite di chiunque. Anche quella della propria moglie! 

Per tenere attiva un’esistenza inutile, corredata di villa con piscina e plus di ogni tipo, s’innesta un meccanismo che funziona nel film in cui Bruno, il carnefice, è anche vittima e, di fatto, costretto a drogarsi.

Ne, Il venditore di medicine, tutto è assolutamente vero, è una denuncia sui malfunzionamenti e abusi di sanità e case farmaceutiche, con corruzione politica, giochi di potere a più livelli, fin dallo scalino più basso della scala, imperniati qui sulla figura di un informatore senza scrupoli che, costretto da pressioni assurde, deve, per far fronte ai ritmi insani, drogarsi egli stesso. 

Il Filmè un’intelligente loop, una spirale, un circolo ozioso e vizioso,dove il male ricade prima o poi su chi lo commette, anche se i protagonisti: politici, venditori di aspirine da 4 soldi, medici corrotti, o capi area di potenti farmaceutiche, ne sono spesso inconsapevoli e agiscono sulla pelle altrui, come se non fossero anche loro esseri umani." (filmtv)



domenica 22 marzo 2015

99 Francs (film streaming FRA sub ITA)


Un film di Jan Kounen. Con Jean Dujardin, Jocelyn Quivrin, Patrick Mille, Vahina Giocante, Elisa Trovati. Francia, 2007.

Octave (Jean Dujardin) è un pubblicitario, lavora per la più grande agenzia del mondo: Ross & Witchcraft. Per lui “l’uomo è un prodotto come un altro”. Vive una vita al massimo, coperto di soldi, ragazze e cocaina. Ma due eventi sconvolgeranno la sua routine: la storia d’amore con Sophie ("il più bel impiegato dell’agenzia"), e le riunioni per vendere uno spot a un grosso produttore di yogurt. Octave inizierà ad attraversare una crisi esistenziale, minacciato da overdose e stanchezza, verrà colto alla sprovvista quando Sophie gli annuncerà l’inaspettato. Da quel momento farà di tutto per farsi licenziare.


sabato 21 marzo 2015

Lucia De B. (film streaming OLA sub ITA)


Un film di Paula van der Oest. Con Barry Atsma, Marwan Kenzari, Ariane Schluter. Olanda, 2014. 

Basato su uno dei casi giudiziari più controversi nei Paesi Bassi. Lucia, un’infermiera, viene condannata all’ergastolo con l’accusa di aver ucciso almeno sette persone…


venerdì 20 marzo 2015

'A Flobert. Ma Perché Per Faticà Pure A Morte Amm'Affruntà? (documentario streaming)


Un documentario di Maurizio 'gibo' Gibertini. Italia, 2007.

L'11 aprile 1975 presso Sant'Anastasia (NA) esplode la Flobert, fabbrica di giocattoli che ospitava lavorazioni di materiale esplosivo non autorizzate, pertanto non messe in sicurezza. 12 le vittime. Tutti operai assunti pochi giorni prima. Una storia
che non ha fatto storia: in Italia - tuttora detentrice di un triste primato europeo - si muore ancora sul lavoro. Per il lavoro.


lunedì 16 marzo 2015

The War On Democracy - La Guerra Alla Democrazia (documentario streaming ENG sub ITA e ESP)


Un film di John Pilger. Gran Bretagna, 2007.

Questo film documentario parla del potere dell'impero e di quello del popolo. E' stato girato in Venezuela, Bolivia, Cile, Guatemala, Nicaragua e Stati Uniti. Racconta la storia, attraverso la voce dei protagonisti che la vivono, del "giardino nel retro" dell'America, il termine spregiativo dato a tutta l'America Latina. Descrive la lotta dei popoli indigeni prima contro la Spagna, poi contro gli immigranti europei che hanno rinforzato la vecchia elite. Le riprese si sono concentrare sui barrios, dove vive il “popolo invisibile” del continente, in baracche infernali che sfidano la legge di gravità.

Racconta, soprattutto, una storia molto positiva: quella del sollevarsi dei movimenti sociali che ha portato al potere governi che promettono di ergersi contro chi controlla la ricchezza nazionale e contro il padrone imperiale. Il Venezuela ha spianato la strada, e un punto focale del film è una rara intervista faccia-a-faccia con il presidente Hugo Chavez, la cui crescente consapevolezza politica, e il cui senso della storia (e dell’umorismo) sono evidenti. Il film indaga il colpo di stato del 2002 contro Chavez e lo inserisce in un contesto contemporaneo. Descrive anche le differenza tra il Venezuela e Cuba, e il cambiamento nel potere economico e politico da quando Chavez è stato eletto per la prima volta.

John Pilger è un giornalista vincitori di numerosi premi, autore di libri e regista di documentari, che ha iniziato la sua carriera nel 1958 in Australia, la sua patria, prima di trasferirsi a Londra negli anni ’60. Ha iniziato come corrispondente estero e reporter dalla prima linea, a partire dalla guerra in Vietnam del 1967. E’ un feroce critico delle avventure estere, economiche e militari, dei governi occidentali.

“Per i giornalisti occidentali”, dice Pilger, “è troppo facile vedere l’umanità in termini della sua utilità per i ‘nostri interessi’ e per come segue le agende dei governi che decretano chi siano i tiranni buoni e quelli cattivi, le vittime degne e quelle indegne, e presentare le ‘nostre’ politiche come sempre benigne, quando di solito è vero il contrario. E’ il lavoro del giornalista, anzitutto, guardare nello specchio della propria società”.



domenica 15 marzo 2015

Foxcatcher (film streaming ENG sub ITA)


Un film di Bennett Miller. Con Steve Carell, Channing Tatum, Mark Ruffalo, Vanessa Redgrave, Sienna Miller. USA, 2014.

Il campione olimpico di lotta Mark Schultz viene contattato da emissari del miliardario John du Pont. Costui, erede della dinastia di industriali, vuole costruire un team di lottatori che tenga alto il prestigio degli Usa alle Olimpiadi di Seul del 1988. Lui ne sarà il finanziatore e il coach. Mark vede in questo invito l'occasione per affrancarsi dal fratello maggiore, anch'egli campione, ma deve ben presto accorgersi che Du Pont soffre di disturbi psicologici originati da una totale dipendenza dal giudizio dell'anziana madre.
Quando all'inizio di un film si legge la scritta "Ispirato a fatti realmente accaduti" lo spettatore attento viene assalito dal timore di una ricostruzione cronachistica. Non è quanto accade nel film di Bennett Miller che sa andare oltre i fatti per scavare nella complessità delle psicologie dei protagonisti di una vicenda che vide al centro l'erede della famiglia che, con la vendita di munizioni, costruì un impero a partire dalla Guerra di Secessione. In Mark leggiamo la complessità di un sistema sportivo statunitense che fa crescere campioni che credono di possedere una cultura (si è laureato) mentre invece sono stati semplicemente tollerati grazie alle loro qualità atletiche. Il campione è tanto possente fisicamente quanto fragile psicologicamente e proprio per questo, seppur con qualche reticenza, pronto a mettersi al servizio di chi gli prospetta un grande futuro...

Miller costruisce un film che lavora sul classico ma è in cerca continua di scarti e scompensi, di tratti alienanti, di spettri. Sono i corpi muti a parlare, a dire delle tensioni psichiche, sessuali, economiche: la lotta non è uno sport, qui. È una tragedia implosa, silente. E non è solo un biopic, un ritratto umano, Foxcatcher. Ma storia d’America, parabola sull’imperialismo economico e culturale, mitologia che s’infrange e non smette d’infrangersi.



giovedì 12 marzo 2015

Battle Royale (film streaming)


Un film di Kinji Fukasaku. Con Tatsuya Fujiwara, Aki Maeda, Taro Yamamoto, Kou Shibasaki, Masanobu Ando. Giappone, 2000.

In un futuro prossimo, il governo giapponese recluta un gruppo di studenti liceali per farlo partecipare alla rivoluzionaria Battle Royale. Equipaggiati con un'arma scelta dal caso e alcune razioni di acqua e cibo, gli studenti vengono lasciati per tre giorni su un'isola deserta e loro compito è quello di uccidersi a vicenda in un gioco che, senza esclusioni di colpi e con poche regole, dovrà lasciare in vita un solo vincitore.

In Giappone questo film che ha il fenotipo di uno slasher per ragazzini ipervitaminizzati da troppa real tv che lascia ben poco all'immaginazione e dagli immancabili filmetti horror  trashwoodiani ha scatenato persino interrogazioni parlamentari.E questo perchè pure se all'apparenza il film sembra un innocuo divertissment ma,se si legge tra le righe, si nota che non è divertente per niente quello che si vede.Il Giappone che filtra da questa pellcola è quello dell'arrivismo sfrenato,della competizione selvaggia ed è analizzato ai raggi X da Fukasaku che non risparmia acide osservazioni sul regime che castra le possibili aspirazioni dei giovani mascherando il tutto sotto la patina di un finto gioco di sopravvivenza in cui se si rispettano le regole del gioco perderanno tutti tranne uno...





giovedì 5 marzo 2015

Mi Amigo Hugo (documentario streaming ESP e ENG)


Un documentario di Oliver Stone. Venezuela, 2014.

Il documentario raccoglie una serie di testimonianze di familiari, amici, intellettuali e politici sul comandante Hugo Chavez ad un anno dalla morte.


mercoledì 4 marzo 2015

Jenin, Jenin (documentario streaming ARABO sub ITA)


Un film di Mohammad Bakri. Palestina, 2002.

Una vivida testimonianza sull'attacco portato dalle forze dell'esercito israeliano nell'aprile 2002 ai danni del campo profughi palestinese di Jenin, radendolo al suolo totalmente.
Israele per ciò è stato accusato di crimini di guerra da parte di numerose organizzazioni umanitarie. Particolare attenzione viene rivolta alla condizione ed alle voci dei bambini, nati e vissuti e destinati a crescere in perenne stato di guerra con la violenza come compagnia abituale.


martedì 3 marzo 2015

Fabbrica (commedia teatrale streaming)


Uno spettacolo di Ascanio Celestini. Italia, 2003.

“Fabbrica” è un racconto teatrale in forma di lettera, la storia di un capoforno alla fine della seconda guerra mondiale raccontata da un operaio che viene assunto per sbaglio. Il capoforno parla della sua famiglia. Del padre e del nonno che hanno lavorato nella fabbrica quando il lavoro veniva raccontato all’esterno in maniera epica. Per il capoforno la fabbrica ha un centro e questo centro è l’altoforno. La fabbrica lavora per il buon funzionamento dell’altoforno e i gas dell’altoforno trasformati in energia elettrica mandano avanti lo stabilimento. L’antica fabbrica aveva bisogno di operai d’acciaio e i loro nomi erano Libero, Veraspiritanova, Guerriero. L’età di mezzo ha conosciuto l’aristocrazia operaia con gli operai anarchici e comunisti che neanche il fascismo licenziava perché essi si rendevano indispensabili alla produzione di guerra. Ma l’età contemporanea ha bisogno di una fabbrica senza operai. Una fabbrica vuota dove gli unici operai che la abitano sono quelli che la fabbrica non riesce a cacciare via. I deformi, quelli che nella fabbrica hanno trovato la disgrazia. Quelli che hanno sposato la fabbrica lasciandole una parte del loro corpo, della loro storie e della loro identità.