sabato 29 novembre 2014

L'AmeriKano (film streaming)


Un film di Constantin Costa Gavras. Con Otto Eduard Hasse, Jean-Luc Bideau, Yves Montand, Renato Salvatori, Jacques Weber. Francia, 1973.

Siamo a Montevideo, capitale dell'Uruguay, nel 1970. Il paese è governato da una giunta militare e nelle città operano i guerriglieri Tupamaros. Un gruppo di questi ultimi rapisce due cittadini stranieri: il console brasiliano Fernando Campos e lo statunitense di origine sudamericana Philip Santore, direttore di un'agenzia paragovernativa, ma forse agente della Cia. Nel corso di lunghi interrogatori i guerriglieri tentano di indurre Santore a confessare i suoi misfatti mentre l'opinione pubblica è scossa dall'audacia dell'azione dei guerriglieri...




venerdì 28 novembre 2014

Il Caso Katharina Blum (film streaming *ESCLUSIVA VdC*)


Un film di Volker Schlöndorff, Margarethe Von Trotta. Con Mario Adorf, Dieter Laser, Angela Winkler, Herbert Fux. Germania, 1975.

La giovane cameriera Katharina incontra Ludwig, col quale scatta un'attrazione reciproca e fulminante. Ma all'indomani di una notte trascorsa insieme, la polizia irrompe nell'appartamento di lei in cerca dell'uomo, accusato di terrorismo. Non trovandolo, gli agenti arrestano Katharina umiliandola senza pietà; come se non bastasse, un giornalista la trascinerà ancor più nel fango. La reazione della ragazza sarà al contempo lucida e disperata.

I due registi, all'epoca sposati, adattano il romanzo di Heinrich Böll mettendo a nudo la cattiva coscienza piccolo-borghese e il vampirismo scandalistico dei media nella "pacificata" Germania socialdemocratica.


giovedì 27 novembre 2014

La Resa Dei Conti (film streaming)


Un film di Sergio Sollima. Con Luisa Rivelli, Lee Van Cleef, Tomas Milian, Walter Barnes. Italia, Spagna. 1967.

Dopo aver ripulito l'intero Texas dai malviventi, Jonathan Corbett (Van Cleef) si vede offrire da un grosso capitalista la candidatura al Senato. Prima, però, deve catturare Cuchillo (Milian), uno straccione messicano accusato di violenza carnale e omicidio. Non sarà un'impresa facile, e nemmeno mancheranno le soprese. Giustizia sarà fatta, a scapito dei veri colpevoli.

Un western all'apparenza picaresco ma che mostra subito tutta la sua attualità politica.Un bounty killer è incaricato da latifondisti di cercare un peone messicano accusato di avere violentato una ragazza e di averla uccisa.La caccia e l'inseguimento sono spietati ma il cacciatore di taglie scopre che il messicano non è affatto colpevole,è solo un capro espiatorio per coprire le malefatte del figlio di chi lo ha assunto.Duello finale multiplo che è un esplicito omaggio(del resto come anche il resto del film)ai western firmati da Sergio Leone.Il quale dal canto suo ha messo più del cosiddetto zampino nel film.Si respira un aria contagiosamente anarchica e non è neanche tanto velata una critica spietata alla classe aristocratica mentitrice,sfruttatrice ed infingarda.


Il Sindacalista (film streaming *ESCLUSIVA VdC*)


Un film di Luciano Salce. Con Lando Buzzanca, Dominique Boschero, Renzo Montagnani, Isabella Biagini, Paola Pitagora. Italia, 1972.

Un emigrato siciliano si ribella al padrone e diventa leader sindacale. Ottiene così notevoli migliorie delle condizioni di lavoro, ma è tutto inutile: il padrone, nel frattempo, ha venduto la fabbrica...


martedì 25 novembre 2014

Zarafa (film streaming)


Un film di Rémi Bezançon, Jean-Christophe Lie. Francia, Belgio. 2012.

Sotto l'ombra di un baobab, un anziano racconta ai bambini che lo attorniano la straordinaria avventura di Miki, un bambino di dieci anni che sfidò la morte e il mondo intero per non vedersi separare dalla giraffa Zarafa, con cui aveva stretto un singolare e forte rapporto d'amicizia. Regalata nel 1827 dal pascià d'Egitto a re Carlo X, Zarafa stava per essere condotta in Francia quando Miki, partendo dal Sudan e attraversando mezza Africa e Europa, non esitò a mettere a repentaglio la propria vita per riportarla nella sua terra.

La storia è una delicata vicenda che unisce e separa continuamente i destini di Maki, un bimbo africano particolarmente coraggioso, e una bellissima giraffa che viene chiamata Zarafa. La base della storia è la vicenda della prima giraffa di Parigi, ma questo è solo un pretesto per parlare di amicizia, dello spirito di comunità che rende legati alla terra e che permette di superare anche le avversità più grandi. Le solite cose da cartoni animati per bambini, si potrebbe pensare, e invece no.

Le avventure di Zarafa la giraffa è un cartone senza compromessi, che non cerca di strizzare l’occhio agli adulti con chicche cinefile o anacronismi evidenti, ma riporta l’altezza della storia a misura di bambino, all’altezza dei suoi occhi e delle sue orecchie. Proprio in questo risulta vincente, perché parla in modo efficace a quelle stesse orecchie e a quegli stessi occhi del bimbo che è in ciascuno di noi e al suo innato senso di meraviglia. I personaggi sono molto caratterizzati, e si sposano molto bene a situazioni comiche, avventurose e qualche volta drammatiche. Questo film d’animazione francese infatti non evita le situazioni più dolorose (la stessa giraffa rimane orfana in una delle prime scene) e il lungo finale è una delle cose più commoventi che mi sia capitato di vedere al cinema.

Un altro punto a favore di questa pellicola sta nella sua dimensione etica, nel suo stare completamente dalla parte dell’Africa. Non nasconde la responsabilità della civile Europa durante il periodo coloniale, la violenza, la sopraffazione e il razzismo che hanno caratterizzato i rapporti tra i due continenti. La rappresentazione del re di Francia è per questo ferocemente satirica. Allo stesso tempo però viene dato un enorme risalto al valore della speranza, che forse è nascosta proprio nel piccolo cuore di Maki e nel suo amore per verità e giustizia.










lunedì 24 novembre 2014

Giraffada (film streaming)


Un film di Rani Massalha. Con Saleh Bakri, Laure De Clermont, Roschdy Zem, Ahmed Bayatra, Mohammed Bakri. Italia, Francia, Germania, Palestina, 2014.

Yacine è il veterinario di uno zoo di Qalqilya, cittadina palestinese a ridosso della West Bank. Vive da solo con il figlio Ziad, un ragazzino che adora gli animali, soprattutto le due giraffe dello zoo, Rita e Brownie. Quando Brownie cade vittima di un bombardamento Rita smette di nutrirsi, e Yacine e Ziad devono inventarsi un modo di procurarle un nuovo compagno. Ma entrare e uscire dalla zona controllata dai soldati israeliani è assai difficile, figuriamoci insieme a una giraffa. E l'aiuto di una giornalista francese, Laura, verso cui Yacine prova evidente attrazione, potrebbe non bastare.
Giraffada, liberamente ispirato ad eventi realmente accaduti nel 2002 a Qalqilya, racconta una situazione di cattività, quella degli animali dello zoo, come specchio della situazione in cui vivono i palestinesi dei territori occupati. Il muro che li separa dai coloni israeliani è coperto di scritte che sono grida di aiuto (in inglese e francese: dunque dirette alla comunità internazionale) e di murales che raffigurano le violenze continue nella zona. 
I coprifuochi, i controlli, i bombardamenti rendono la quotidianità quasi invivibile e fortemente surreale. E quale animale può rivelarsi simbolo migliore di questa assurdità di una giraffa, con il suo collo sproporzionato e il suo incedere goffo? Facendo riferimento anche a un episodio storico ripreso dal cinema recente con Zarafa, Giraffada utilizza l'animale "nato da un cammello e da un leopardo" come testimone del desiderio del popolo palestinese di sollevare lo sguardo oltre i muri e le ottusità degli uomini.



domenica 23 novembre 2014

Grog (film streaming)


Un film di Francesco Laudadio. Con Gabriele Ferzetti, Omero Antonutti, Franco Nero, Miranda Campa, Sandra Milo. Italia, 1983.

Due evasi balordi sequestrano sette persone in una casa signorile, ma, per caso, il sequestro è mostrato in diretta da una TV privata. Intanto arriva la polizia. Ispirata a sensazionali "prese dirette" televisive, è una commedia grottesca sulla società dello spettacolo, ilare, atroce, con molti momenti azzeccati. Vincitore a San Sebastian. Esordio alla regia di Laudadio.


sabato 22 novembre 2014

Il Ladro Di Parigi (film streaming)


Un film di Louis Malle. Con Jean-Paul Belmondo, Françoise Fabian, Marlène Jobert, Geneviève Bujold. Francia, 1966.

Romanzesco ed ideologico, in pieno clima storico-politico-sociale di fine anni '60. La storia di Georges è (anche) un pretesto per scavare a fondo nel substrato sociale contemporaneo, indagando e polemizzando lievemente sul concetto di proprietà tramite la figura del 'ladro gentiluomo', fondamentalmente onesto e personaggio positivo, che è qui interpretato da Belmondo (che peraltro, come sempre, offre una buona prova). Rubare e rimanere onesti è possibile solamente considerando il concetto di proprietà superato; il furto che tanto inorgoglisce Georges-Belmondo e dà un senso alla sua esistenza è solamente un modo di realizzare concretamente una vendetta contro la società a lui ostile. In tutto questo Malle non dimentica lo stile, forse un po' troppo teatrale a tratti, ma elegante quanto basta per la messa in scena di quello che rimane pur sempre un romanzo ottocentesco d'amore e furti.



venerdì 21 novembre 2014

Professor Balthazar - Serie 1 di 4 restaurata (film streaming *ESCLUSIVA VdC*)


Animazione di Zlatko Grgić per la Zagreb Film. Jugoslavia, 1967-77.

Professor Balthazar è una serie di cartoni animati realizzata per la televisione da Zlatko Grgic a Zagreb Film studio. I 59 episodi sono stati realizzati tra il 1967 e il 1977, ed andati in onda sulle televisioni di diverse nazioni tra le quali: Australia, Danimarca, Finlandia, Italia, Norvegia, Olanda, Portogallo, Svezia e Stati Uniti.
Il Professor Balthazar è un personaggio che apparve per la prima volta nel film d'animazione
"L'Inventore", creato nel 1967 dal grande animatore croato Zlatko Grgić, candidato all'Oscar, al British Academy Award e vincitore di numerosi premi in diversi festival.

Dopo il grande successo di pubblico avuto col primo film, fu prodotta una serie di 59 episodi che
aveva il Professor Balthazar come protagonista.

La serie animata venne realizzata in un laboratorio della leggendaria "Scuola di Zagabria". I principali registi, oltre a Zlatko Grgić, furono Ante Zaninovic e Boris Kolar e, successivamente, molti altri (Zdenko Gašparović, Pavao Štalter, Milan Blazeković).

La mitica sigla "Balt, Balt, Balthazar..." fu composta da Tomica Simović e le coloratissime
scenografie furono disegnate da Zlatko Bourek.

La serie, ideata per bambini, è stata largamente apprezzata anche da un pubblico adulto grazie
alla sofisticata poesia e filosofia delle storie, oltre alle morali umanistiche e universali che esse
veicolano.
Il Professor Balthazar, con la sua singolare capacità di risolvere i problemi, ha catturato l'attenzione di milioni di spettatori in tutto il mondo. Egli non è solo uno scienziato, ma anche un amico sincero sul quale si può sempre contare.
La serie completa è stata interamente restaurata nel 2008 dalla DVDlab di Roma.



giovedì 20 novembre 2014

RED! La Storia Di RedHack (documentario streaming)


Documentario sul collettivo hacker turco RedHack realizzato dall'Independent Cinema Center e sottotitolato in italiano dalla redazione di Infoaut.org. Turchia, 2013.

Redhack è un gruppo hacker marxista-leninista turco fondato nel 1997. Il gruppo ha rivendicato la responsabilità per gli istituti di hacking che includono il Consiglio di istruzione superiore, le forze di polizia turche, l’esercito turco, Turk Telekom, e la National Organization intelligence.

il 14 novembre 2014 il collettivo ha annunciato sul suo profilo Twitter di avere hackerato il sito della Turkey Electricity Transmission Company e di aver cancellato le fatture in sospeso di migliaia di cittadini per un importo di 1,5 miliardi di lire turche, pari all'incirca a 665mila dollari. fonte infoaut.org



mercoledì 19 novembre 2014

L'Evaso (film streaming *ESCLUSIVA VdC*)


Un film di Pierre Granier-Deferre. Con Alain Delon, Jean Tissier, Simone Signoret, Ottavia Piccolo. Francia, 1971.

Reduce dalla Cayenna, dove era stato rinchiuso per aver assassinato due uomini politici, l'anarchico Jean Lavigne raggiunge la Francia e trova lavoro nella fattoria della vedova Couderc. La differenza d'età non impedisce a Jean di diventare l'amante della donna, suscitando notevoli pettegolezzi in paese e una grande preoccupazione degli avidi cognati della vedova che denunciano la presenza dell'evaso alla polizia...



martedì 18 novembre 2014

Il Commissario (film streaming)


Un film di Luigi Comencini. Con Alberto Sordi, Mino Doro, Franco Scandurra, Franca Tamantini. Italia, 1962.

Il giovane commissario Lombardozzi è stato incaricato di seguire l'indagine sulla morte di un noto uomo politico, il professor Di Pietro. Nonostante gli imbarazzi della famiglia e l'opposizione dei suoi superiori, ricostruisce ciò che è successo...

Nonostante le tante scene umoristiche create da Sordi, il tono del film è amaro e la denuncia sociale è netta, nella migliore tradizione della commedia all'italiana.




lunedì 17 novembre 2014

Legione Nera (film streaming *ESCLUSIVA VdC*)


Un film di Archie Mayo. Con Humphrey Bogart, Ann Sheridan, Dick Foran, Robert Barrat. USA, 1936.

Dramma sociale a tinte forti con denuncia nei confronti di organizzazioni xenofobe come il Klu Klux Klan. Frank Taylor, un operaio interpretato da Humphrey Bogart, vede sfumata una promozione a causa di un immigrato polacco, Dombrowsy, che viene preferito a Frank per la sua maggiore capacità lavorativa. Frank allora si unisce all'organizzazione xenofoba "Black Legion" che combatte gli immigrati e le minoranze razziali con metodi violenti. Incappucciati in un saio nero, gli adepti del clan costringono Dombrowsy ad abbandonare la fabbrica. Jack ottiene il suo posto. Ma il crescente coinvolgimento di Jack nell'organizzazione xenofoba spinge la moglie ad abbandonarlo. Frank inizia a bere e diventa sempre più violento e dissoluto fino al punto di denunciare all'organizzazione il suo migliore amico, Ed, a cui aveva confessato le sue attività poco pulite.


domenica 16 novembre 2014

Due Giorni, Una Notte (film streaming)


Un film di Luc Dardenne, Jean-Pierre Dardenne. Con Marion Cotillard, Fabrizio Rongione, Pili Groyne, Simon Caudry, Catherine Salée. Belgio, 2014.

Per due giorni e una notte, con l'aiuto del marito, la trentenne Sandra inizia a girare per la città con lo scopo di contattare i suoi colleghi. Il suo intento è di chiedere loro di sacrificare i loro bonus in modo che lei possa continuare a mantenere il suo posto di lavoro.



sabato 15 novembre 2014

Porco Rosso (film streaming)


Un film di Hayao Miyazaki. Giappone 1992.

Italia, periodo tra le due guerre mondiali. Un misterioso pilota di aerei dalle sembianze di maiale, detto Porco Rosso, è il terrore dei pirati del Mare Adriatico, almeno finché questi non si affidano all'americano Curtis, avventuriero spavaldo che sfida Porco Rosso a duello.
Quello che a prima vista potrebbe apparire come uno dei lavori più scanzonati del maestro dell'anime giapponese, come fosse girato per ingannare il tempo tra un'epopea e l'altra, è al contrario la perfetta cartina di tornasole per cogliere alcuni temi portanti della poetica di Miyazaki. Sotto le vesti del divertissement, infatti, ecco spuntare il lato più politico e libertario del regista nipponico, incarnato nell'anarchico escapismo di Porco Rosso, eroe senza tetto né legge, solitario come un ronin errante, che rifiuta ogni forma di omologazione. Su tutte quella fascista del regime che avanza, infestando la (sua) bella Italia ("meglio porco che fascista" è una delle frasi-cardine del film) e fagocitandone le diversità. 
La scelta di ambientare la vicenda tra le schermaglie aeree di piloti e pirati - entrambe creature estraniate dalla società e che rispondono a un codice d'onore a parte - la dice lunga su come Miyazaki scelga il ruolo di osservatore distaccato ma non imbelle di fronte a una realtà che non gli appartiene. "Sono sempre i buoni a morire", va ripetendo l'eroe dai tratti suini, ribadendo il sostanziale pessimismo nei confronti di una società che sceglie di prostituire la sua bellezza e di asservirsi al potere. L'Italia ideale su cui Porco Rosso ama svolazzare, quella assolata dell'hotel Adriano, delle dame eleganti e delle folle festanti, dopotutto è anche il paese capace di dar vita al mostro del totalitarismo, diffondendo il germe che inquinerà irreparabilmente il XX secolo.
Che si tratti di Italia degli anni '20 o di un Giappone contaminato dal fantasy, Miyazaki riesce al solito a veicolare il suo messaggio senza appesantire la narrazione: ritorna il consueto topos della ragazza che sceglie il lavoro, senza sottrarsi alla fatica, per emanciparsi socialmente e contribuire con qualcosa di concreto alla causa in cui crede.

"Piuttosto che diventare un fascista, meglio essere un maiale."
"L'epoca degli aviatori di ventura è finita! Non resta altro che volare sobbarcati da sponsor triviali come lo Stato o la nazione."
"Io non volo che coi miei proventi."
"Anche volando, un maiale resta un maiale."
"Ti ringrazio, Ferrarin. Salutami tutti quanti."


La Sfida (film streaming *ESCLUSIVA VdC*)


Un film di Francesco Rosi. Con Rosanna Schiaffino, José Suarez, Nino Vingelli, Rosita Pisano, Angela Luce. Italia, 1958.

Vito riesce, con la violenza, a piazzare i suoi prodotti al mercato ortofrutticolo, dove è padrone incontrastato un potente camorrista. Per evitare conseguenze dannose i due vengono a patti. Tempo dopo, Vito è ormai ricco e, fidandosi troppo della sua nuova condizione, commette l'errore di sfidare ancora una volta l'avversario.

Ispirandosi al famoso fatto di cronaca dell'omicidio di Pascalone 'e Nola (successivamente vendicato dalla giovane moglie Pupetta Maresca), Rosi esordisce nel cinema con un film che, pur nascondendo la sua duplice derivazione (dal cinema di Visconti, di cui era stato assistente, e dal dramma sociale americano in stile Fronte del porto), ha tratti di vera originalità. Come hanno giustamente fatto notare i due curatori del Castoro su Rosi, La sfida è un saggio cinematografico di «controinformazione ante litteram». Il regista napoletano, infatti, riempie di contenuto quelle zone d'ombra che il nostro cinema, attento agli aspetti avventurosi o foschi, aveva sempre trascurato di rappresentare. Ecco i cortili dove il "guappetiello" si comporta come un reuccio di quartiere, i caffè biliardo dove si consumano trattative usurarie, le campagne in cui si concludono affari che hanno conseguenze sui mercati cittadini, le tavolate dove i boss si spartisocno le zone d'influenza. Certo, Rosi svilupperà il suo discorso di corrosiva denuncia in maniera più matura e consapevole con i suoi futuri capolavori Salvatore Giuliano e Le mani sulla città, ma qui sono già presenti tutte le linee guida del suo cinema. In questo senso, il vero dualismo non è tra Vito Polara e Salvatore Ajello, ma tra quest'ultimo, "malamente" da vecchia sceneggiata, ed il fratello Fernando, boss già proiettato verso una camorra di tipo nuovo, più da consiglio d'amministrazione che da duello rusticano.




venerdì 14 novembre 2014

Anime Ferite (film streaming *ESCLUSIVA VdC*)


Un film di Edward Dmytryk. Con Robert Mitchum, Guy Madison, Jean Porter, Dorothy McGuire, William Gargan. USA, 1946.

Le anime ferite sono quelle dei reduci di guerra: le cicatrici dal corpo si radicalizzano nel profondo e ne minano il reinserimento nell’american way of life. La seconda guerra mondiale non restituisce eroi tutti d’un pezzo ma uomini vinti dagli orrori che hanno dovuto affrontare. Personaggi emblematici e fuori dagli schemi per i tempi: Dorothy Mc Guire interpreta una vedova di guerra che intreccia una relazione con Guy Madison, reduce che non riesce a reinserirsi e vive nell’ozio. La guerra ha lacerato anche gli animi delle donne. Mitchum ha una placca di metallo nella testa e vive ogni giorno come fosse l’ultimo. La guerra però ha regalato loro uno spirito di appartenenza: un commilitone, anche se sconosciuto, è un commilitone, al di là del colore della pelle o della fede religiosa. Un film adulto, maturo e privo di retorica.



giovedì 13 novembre 2014

Cadaveri Eccellenti (film streaming)


Un film di Francesco Rosi. Con Lino Ventura, Tino Carraro, Max von Sydow, Fernando Rey, Renato Salvatori,  Florestano Vancini. Italia, 1976.

Un ispettore di polizia, indagando sull'omicidio di tre giudici, trova una pista che lo porta a Roma, tra i palazzi del potere. Qui scopre un disegno eversivo organizzato da alcuni esponenti politici con la collaborazione di funzionari dello Stato. Riesce a comunicare con il segretario del Pci, ma qualcuno lo ferma prima che faccia giustizia.

Dal romanzo Il contesto (1971) di Leonardo Sciascia.




martedì 11 novembre 2014

Un Giorno In Siria Tra Le Donne Kurde Combattenti (documentario streaming ITA sub ENG)


Un documentario di Rozh Achmad sulle donne kurde combattenti della YPJ (unità di difesa delle donne). Queste donne combattenti appartengono all’YPG, organizzazione creata per garantire per l’autonomia del Kurdistan siriano sia di fronte al regime di Assad che ai tagliagole dello Stato Islamico (IS).





Venga A Prendere Il Caffè Da Noi (film streaming *ESCLUSIVA VdC*)


Un film di Alberto Lattuada. Con Ugo Tognazzi, Angela Goodwin, Milena Vukotic, Francesca Romana Coluzzi, Checco Rissone. Italia, 1970.

Emerenziano Paronzini, vice-capo servizio nell'ufficio distrettuale delle imposte di una piccola città, decide - in età matura - di sposarsi con una delle sorelle Tettamanzi: Tarsilia, Camilla e Fortunata. Scelta quest'ultima, si trasferisce in casa delle tre, che lo coccolano insieme alla domestica Caterina. Divenuto presto amante di tutte quante, viene colto sul più bello da un malore...

Dal romanzo "La spartizione" di Piero Chiara (sceneggiato anche dall'autore, dal regista e da Tullio Kezich), Lattuada tratteggia un ritratto della borghesia perbenista e repressa di provincia. Perfetto Tognazzi nella parte del borghese godereccio.





lunedì 10 novembre 2014

Salvatore Giuliano (film streaming)


Un film di Francesco Rosi. Con Frank Wolff, Salvo Randone, Renato Pinciroli, Massimo Mollica, Sennuccio Benelli. Italia, 1962.

Salvatore Giuliano nel secondo dopoguerra forma un esercito separatista che vuole staccare la Sicilia dal resto dell'Italia. Tiene a lungo in scacco i carabinieri, semina il terrore sull'isola e si rende protagonista di molti fatti di sangue come la strage di Portella della Ginestra, quando spara sulla manifestazione dei lavoratori per la ricorrenza del primo maggio. Nel 1950 viene ucciso. Gaspare Pisciotta, ex-luogotenente di Giuliano, che lo ha denunciato, viene assassinato in carcere.

Un classico del cinema politico, e il miglior film italiano sulla mafia: Rosi sceglie di frammentare la narrazione acanti e indietro, seguendo non la cronologia ma i complessi intrecci di causa-effetto tra gli avvenimenti. Giuliano non si vede mai: non è lui il protagonista del film, ma l'intreccio di interessi tra politica e criminalità nel dopoguerra. Serratissimo, con momenti di cinema cronachistico che diventa epico (le riprese della strage).





Voci Di Donne Sulla Violenza Di Stato (documentario streaming)


Un evento a cura di "Le Alvà della Clarea". Italia, 2014.

Il 14 giugno 2014 si terrà a Susa, presso il salone Rosaz un convegno/incontro sulla Violenza di Stato , di cui sono stati e continuano ad essere vittima cittadini innocenti.

Un gruppo di donne della Val di Susa , che si sono chiamate Le Alvà della Clarea ( ” il lievito della Clarea ” ) , hanno deciso di organizzare l’evento al fine di incontrare e confrontarsi con madri, sorelle, compagne di vittime della violenza di Stato e anche di quella di stampo politico. Mettendo a confronto le loro dolorose esperienze con quelle difficili della Valle di Susa.

Queste donne valsusine , di diversa provenienza – sia culturale che anagrafica – hanno lavorato insieme per fare in modo che anche la Valle di Susa possa confrontarsi con altre realtà e altri territori su un problema che sta diventando sempre più dilagante e assolutamente inaccettabile.

L’evento rappresenterà un’opportunità per analizzare un modus operandi di cui le Foze dell’Ordine sono il braccio armato, guidato da un potere repressivo e pericoloso. Dal confronto delle varie esperienze , si tenterà di produrre consigli, suggerimenti e soprattutto proposte ( anche pratiche ) al fine di evitare il ripetersi delle tragiche vicende accadute.

Saranno gradite ospiti del convegno:

Lucia Uva, Ilaria Cucchi, Rosa Piro,Stefania Zuccari, Raimonda Gugliotta, Mariella Zotti, Maria Ciuffi, Domenica Ferulli, Grazia Serra, Haidi Giuliani.

Parteciperanno inoltre:

Marco Preve(scrittore e giornalista), Cecilia Verniano (antropologa), Valentina Colletta(avvocata)
associazione ACAD
associazione MADRI DI ROMA CITTA’ APERTA.





domenica 9 novembre 2014

Mafioso (film streaming ITA e ITA sub RUM)


Un film di Alberto Lattuada. Con Alberto Sordi, Norma Bengell, Ugo Attanasio, Cinzia Bruno. Italia, 1962.

Nino Badalamenti, siciliano immigrato a Milano, è ritornato, dopo molti anni di lontananza, alla terra natìa per una breve vacanza. La mafia locale lo costringe a ubbidire ai suoi ordini: clandestinamente viene inviato a New York per eliminare un uomo. Il tutto si dovrà compiere in un paio di giorni; alla moglie, Nino dice che starà via per una battuta di caccia.

Con toni da commedia "nera", a cui la presenza di un Sordi all'apice del successo dà ulteriore forza, il film affronta un argomento scottante: l'inserimento dell'onorata società nel normale sistema produttivo. Straordinario Sordi, la sceneggiatura è di Marco Ferreri e Rafel Azcona.



sabato 8 novembre 2014

Partigiani (documentario streaming)


Un film di Guido Chiesa, Davide Ferrario, Antonio Leotti, Marco Puccioni, Daniele Vicari. Italia, 1997.

25 aprile 1995, cinquant’anni dalla Liberazione, Guido Chiesa e Davide Ferrario iniziano a Correggio, provincia di Reggio Emilia, l’'avventura di Materiale resistente: rock e partigiani, giovani e anziani, un minimo comune denominatore chiamato ‘resistenza’. Sei mesi dopo, alla prima del film a Correggio, la platea è per metà composta da partigiani. Assistono ammutoliti, poi esprimono un desiderio per nulla narcisistico: ‘1a prossima volta fate un film su di noi’. Guido e Davide sanno che ‘gli tocca’.

È l’inizio di un rapporto intenso, problematico, a tratti polemico tra partigiani e filmmaker (a cui si aggiungono man mano Daniele Vicari, Antonio Leotti e Marco Puccioni), che solo incidentalmente verte sul film e le sue necessità specifiche. La vera questione è un'’altra: che cos’è la memoria? A che ‘serve’? Dove finisce l’'analisi storica e inizia la retorica? Che ne sarà dell’identità e del mito dei partigiani ora che il loro tempo si avvia alla fine? Domande pesanti, ambiziose, che accompagnano le lunghe ricerche che precedono la realizzazione del film, nonché il dibattito stesso tra i filmmaker, per nulla unanimi nell'’approccio alla materia. Partigiani è infine proprio questo: l’'esito di un confronto, per forza di cose frammentario e ‘aperto’, che ha coinvolto cineasti e ricercatori, partigiani e loro familiari, fino a comprendere l'’intera Correggio e la storia di questi cinquantadue anni di post-Resistenza”. 

Il video è composto da nove episodi, il primo dei quali (realizzato da Guido Chiesa) è una fiction, basato su un fatto realmente accaduto. Gli episodi successivi sono dei documentari.


mercoledì 5 novembre 2014

La Ciociara (film streaming)


Un film di Vittorio De Sica. Con Sophia Loren, Jean-Paul Belmondo, Eleonora Brown, Andrea Checchi, Pupella Maggio, Raf Vallone, Renato Salvatori. Italia, 1960.

Nella Roma del 1943,Cesira, decide di ritornare momentaneamente al paese d’origine, in Ciociaria, sottraendo la  figlia tredicenne, Rosetta, allo stress ed al pericolo dei bombardamenti. La permanenza tra i contadini fa sperimentare alle due donne i reali stenti della guerra; tra vecchie e nuove conoscenze, le due donne, sul punto di ritornare nella Capitale, vivranno l’onta dello stupro collettivo ad opera degli alleati marocchini.




martedì 4 novembre 2014

Terra Di Mezzo (film streaming *ESCLUSIVA VdC*)


Un film di Matteo Garrone. Con Paola Barbara, Sylvia Pascal, Ahmed Mahgoub, Massimo Sarchielli, Lunetta Savino, Paolo Sassanelli, Salvatore Sansone. Italia, 1997.

Ai margini di una strada che porta fuori città, alcune prostitute nigeriane passano il tempo sui divani sfondati contrattando con i clienti bianchi il loro corpo e i loro pensieri. In un'altra strada, dei ragazzi slavi aspettano di essere assunti come muratori, ma sono disposti a fare lavori di ogni genere. Di notte, un egiziano lavora come abusivo in un distributore di benzina.


Requiescant (film streaming *ESCLUSIVA VdC*)


Un film di Carlo Lizzani. Con Mark Damon, Lou Castel, Pier Paolo Pasolini, Vittorio Duse, Nino Musco, Rossana Martini, Ferruccio Viotti, Franco Citti, Barbara Frey, Ninetto Davoli. Italia, 1966.

Un bambino assiste impotente al massacro della sua famiglia e dei peones del suo villaggio. Viene salvato da un pastore protestante che gli insegna la parola del Signore, ma non gli nasconde che, a volte, è utile anche ascoltare quella delle Colt. Diventato adulto, il sopravvissuto cerca vendetta e riscatto per la sua gente.


lunedì 3 novembre 2014

Shoot - Documentario sulla Resistenza Palestinese (documentario streaming)


Un film di Samantha Comizzoli. Italia, 2013.

Sono andata in Palestina come attivista per i diritti umani con l'International Solidarity Movement. Non ero lì per fare un film, ma facendo interposizione non violenta e filmando i crimini di israele sul popolo Palestinese, ho pensato che avere della documentazione importante e con la mia prospettiva potesse essere utile per chi non conosce la Palestina.
La prospettiva è quindi la mia, mentre ci sparavano addosso filmavo o con una videocamera non professionale o con il telefonino.
Volevo fare un documentario strutturato come un film, ed un bel film, che potesse piacere a tutti, anche a chi non interessano i diritti umani. Un monumento alla Resistenza non violenta e a tutti coloro che difendono i diritti umani.
Si ambienta in Cisgiordania (West Bank) che è una realtà diversa da Gaza, lontana dai bombardamenti, ma con violenze ed umiliazioni quotidiane.
Gli attacchi che si vedono nel film, pertanto, non sono lo scenario di repressione da parte della polizia per una manifestazione; ma è ciò che accade tutti i giorni e tutte le notti in ogni angolo della Cisgiordania.
In film ha una parte introduttiva, un nucleo che sfocia in due focus (uno sul villaggio di Kuffr Qaddum e uno sul villaggio di Asira) ed un finale dove si capisce il titolo del film.
Solo alla fine si capisce il messaggio che volevo dare.
La parte riguardante Kuffr Qaddum è stata arricchita dai video del fotoreporter Odai Qaddomi, e qui la prospettiva è la sua, diversa.
Il montaggio di Simonetta Zandiri è spettacolare, proprio come lo desideravo.
Anche se il film è violenza, arrivate alla fine per capirlo e riempitevi gli occhi così come accadde a me.

Il film è visibile liberamente. Ma, oltre all'impegno per la sua realizzazione, l'autrice, Samantha Comizzoli, è nuovamente in Palestina come attivista per l'ISM e prosegue il suo costante e prezioso lavoro di informazione, pertanto vi chiediamo un sostegno con una donazione libera, poichè tutto è realizzato con il volontariato. Potete effettuare una donazione con bonifico bancario sul c/c intestato a Samantha Comizzoli codice iban: IT66e0200832974001134873575
indicando nell’oggetto “visione film”.
Grazie a chi sosterrà questo progetto, grazie a chi sosterrà la voce della verità e della giustizia, grazie a chi sosterrà la Palestina.



Ospiti (film streaming)


Un film di Matteo Garrone. Con Corrado Sassi, Pasqualino Mura, Julian Sota, Llazar Sota. Italia, 1998.

Gheni e Gherti (Llazar Sota e Julian Sota), due ragazzi albanesi nella Roma di oggi, due “stranieri” che vivono in maniera differente la loro forzata diversità. Due caratteri opposti, conflittuali, chi aperto e solare, chi chiuso e a livello zero quanto a comunicabilità. Nonostante la sfiga congenita, si possono considerare “fortunati”: lavorano in un ristorante gestito da un proprietario che si adopera per trovar loro una sistemazione; finiscono nella casa di un figlio della borghesia, fotografo più per noia che per convinzione e inconsapevolmente bravo nel disintegrare le distanze specialmente con Gheni, a cui piacerebbe montare e smontare e avere un’officina meccanica tutta per sé; mentre Gherti fa amicizia con un sardo sposato a una malata di mente. Matteo Garrone procede con coerenza la sua personale ricerca dentro le spaventose problematiche sociali del nostro ultimissimo tempo, dove anche gli italiani non si sentono molto bene: dopo “Terra di mezzo”, trittico sul degrado umano e materiale degli extracomunitari e delle loro postazioni di fortuna, tenta un contatto con chi l’emigrazione sta cercando di superarla, nella speranza di una integrazione. Cinema a piccolo budget, ma quanto mai ricco delle migliori intenzioni.